lunedì 30 aprile 2012

Sesta vittoria consecutiva per Parma Under 16


Si è disputata sabato 28 aprile la decima e penultima giornata del campionato regionale under 16, ultima della stagione al Pala Del Bono. Ospite di Future Vyp Cariparma la formazione bolognese della Pallamano 2 Agosto.
Sulla carta una partita non difficile e il Parma, dopo aver subito il primo gol della gara, unico momento in cui è stata in svantaggio, ha confermato la previsione pur non forzando e, lasciatecelo dire, non sforzando. Primo tempo sempre avanti con massimo vantaggio ad un quarto di gara, 10 a 4. Ma la difesa non era sempre al massimo e permetteva un po’ troppi spazi agli avversari, in special modo ai 2 terzini bolognesi. In ogni caso il primo tempo finiva sul 18 a 13, un vantaggio meritato ma che al pubblico ducale sembrava non consono ai valori tecnici delle 2 formazioni. In effetti anche a Bologna, nel girone d’andata, Parma aveva faticato oltre misura col 2 Agosto alternando pause preoccupanti a pochi momenti di buon gioco: la partita era finita col risultato di + 7 per Parma (27 a 20).
Nel secondo tempo la formazione di Mister Galluccio ha confermato di soffrire la squadra felsinea tanto che il vantaggio si è più volte ridotto; dopo 22 minuti Parma aveva segnato solo 6 reti contro le 9 degli avversari, 24 a 22 che preoccupava non poco il Mister e i sostenitori gialloblù. I gialloblù tornavano però a condurre “in sicurezza” subendo però 2 reti nell’ultimo minuto che siglavano il risultato su un “deludente” 27 a 25. In ogni caso 3 punti conquistati e obiettivo centrato per la sesta vittoria consecutiva.
A questo punto rimane una sola gara da disputare, domenica prossima alle ore 11 a Ravarino. Parma dovrebbe confermare senza difficoltà il quarto posto in classifica ad un solo punto dal Bologna.

venerdì 27 aprile 2012

I piccoli di Parma e Felino al Festival della Pallamano di Cologne


Le formazioni Aurora, Arcobaleno ed Esordienti di Parma e Felino hanno partecipato mercoledì 25 aprile alla grande festa di primavera organizzata a Cologne dall’Handball Franciacorta. 400 bambini a sfidarsi su 6 diversi campi, allestiti tra palazzetto e palestre delle scuole medie.
51 squadre partecipanti, 18 società iscritte, 10 province coinvolte e 4 regioni toccate da questo evento. Sono questi i numeri della 13a edizione del Festival di Primavera che ha riscosso un grandissimo successo di pubblico e di sportivi.
Le gare hanno preso il via alle 9:00 e sono proseguite no stop fino alle 17:30. In totale si sono disputati ben 200 match. Un bel modo per trascorrere la festa del 25 aprile, ma anche un’ottima opportunità per mettere i ragazzi a confronto tra di loro in modo educativo, spensierato e divertente.
“L’amore per questo sport ci sta portando lontano” dice Ermanno Gussarini, presidente di Handball Franciacorta. “Abbiamo sempre fatto bene, ma i numeri di quest’anno ci hanno davvero stupito. E’ fantastico vedere come la sola passione riesca a dar vita a una giornata così ricca di emozioni, gioia e divertimento”.
50 persone nell’organizzazione si sono destreggiate tra turni di gare, allestimenti vari, trasporti delle squadre e premiazioni, ad indicare che, come sempre, l’unione fa la forza. Non importa chi è stato vincitore e chi sconfitto, ha vinto la pallamano e con lei tutti i bambini presenti che amano questo sport.

Nella categoria Arcobaleno (nati nel 2001) la formazione di Green Handball ha utilizzato alcuni ragazzi della categoria Esordienti (1999-2000) e quindi, in accordo con l’organizzazione, i suoi risultati non avrebbero influito sulla classifica da cui, proprio per l’utilizzo di fuori quota, Green Handball ne rimaneva esclusa.
Questi i risultati di Green Handball:
Green Handball - Crenna C         16-0
Green Handball - San Martino     11-10
Green Handball - Leno               15-2
Green Handball - Franciacorta     15-1
Green Handball - Ferrarin           19-3
Green Handball - Bancole           10-5
Per la cronaca la FINALE ARCOBALENO si è disputata tra Crenna e Leno con la vittoria della prima per 13 a 10


Nella Categoria Aurora partecipava invece la formazione dell’HC Felino che ha conseguito i seguenti risultati:
HC Felino - Quinto            5-6        
HC Felino - Leno               3-7
HC Felino - Palazzolo A    10-4
HC Felino - Franciacorta     2-8
HC Felino - Palazzolo C      8-1
HC Felino - Quinto B          6-1
HC Felino - Quinto C          4-4

Nella Categoria Esordienti la squadra di Parma Pallamano ha mancato la finalissima per sole 3 reti di differenza totali: ha comunque vinto la finale per il 3° posto battendo il Crenna col risultato di 5 a 1. La finale, tra Derthona e Metelli Cologne, ha visto la vittoria del Derthona per 6 a 1. Questi i risultati delle qualificazioni di Parma Pallamano:
Parma Pallamano - Derthona             3-5
Parma Pallamano - Molteno               8-0
Parma Pallamano - S.San Giovanni A  5-3
Parma Pallamano - S.San Giovanni     7-0
Parma Pallamano - Leno                   8-2
Parma Pallamano - Cologne              5-5
Parma Pallamano - Crenna                7-3 

A giorni pubblicheremo alcune foto dei nostri ragazzi durante la manifestazione.

lunedì 23 aprile 2012

Continua la serie positiva di Parma Pallamano Under 16


Romagna Handball - Future Vyp Cariparma: 27 – 42 (P.T. 13 – 22)


Future Vyp Cariparma: Rosselli, Vulpe, Zagatti (6), Allodi (3), Mancuso (11), Balestrieri Guido (6), Calafiore (4), Oppici (5), Stighezza (4), Benvenuti (3). All. Luca Galluccio

Ammoniti / Sospesi: Romagna Handball 3 / 1 - Future Vyp Cariparma 1 / 3

Rigori: Romagna Handball 5 su 8 - Future Vyp Cariparma 4 su 6

I ragazzi della formazione Under 16 di Parma Pallamano si sono recati domenica a Mordano (BO) dove hanno incontrato i pari età del Romagna Handball per la nona giornata del girone di ritorno.
Gli allenatori delle 2 formazioni giovanili sono gli stessi di quelle seniores di A1 ed erano entrambi reduci dall’ultima giornata del campionato di svoltasi il sabato precedente. Domenico Tassinari, allenatore del Romagna, è giunto in palestra solo pochi minuti prima della partita, arrivando direttamente da Palermo, dove la sua squadra aveva vinto e così consolidato il primo posto in classifica (Girone B della Serie A1) che la promuove  e proietta, nella prossima stagione, nel massimo campionato italiano, l’Elite. 
Complimenti al Romagna da tutta Parma Pallamano.

La partita iniziava con i padroni di casa in evidenza tanto che rimanevano in vantaggio fino all’ottavo minuto, quando Parma si portava sul 4 a 4, Parma che a quel punto sorpassava gli avversari che ritornavano sul pareggio a 10 minuti dalla prima sirena sull'11 a 11.

Poi un primo break dei gialloblù di 6 reti, intervallato da 2 gol dei padroni di casa, seguito da un secondo break di 5 reti portano il tabellone a recitare un perentorio 13 a 22 alla fine dei primi 30 minuti: risultato più consono alla differenza tecnica vista in campo e alle rispettive posizioni in classifica delle 2 squadre.

Ripresa sulla falsariga del finale primo tempo con Parma sempre avanti che incrementa il vantaggio (il massimo sarà un + 19) per terminare la gara sul punteggio di 27 a 42.Quinta vittoria consecutiva.

Parma, che si era presentato con una rosa di soli 10 atleti, compresi i 2 portieri, ha disputato una buona gara e tutti i ragazzi di Mister Galluccio sono andati in rete.
Top scorer della partita, ancora una volta, Marco Mancuso, in doppia cifra anche a Mordano e indiscusso capocannoniere gialloblù con ben 138 reti al suo attivo in questo campionato. Nella partita disputata a Mordano un altro atleta, Marco Zagatti, ha superato la soglia dei 100 gol raggiungendo quota 103 mentre, vicinissimo, è Stefano Oppici, attualmente a 96 reti. Sicuramente un bel traguardo anche se, ci teniamo a dirlo, il merito, non va solo ai singoli atleti ma deve essere distribuito a tutto il gruppo.

Prossima gara, la penultima della stagione e ultima in casa, sabato 28 aprile, ore 17:00 al Pala Del Bono, quando la nostra formazione ospiterà i pari età bolognesi del Pallamano 2 Agosto. 
Ci si aspetta un numeroso pubblico per salutare i ragazzi nell’ultima apparizione a Parma del campionato 2011-2012.

Clicca sull'immagine per ingrandirla

I risultati del 5° Concentramento Regionale Under 12



Si è svolto domenica 22 aprile a Riale (Bologna) il 5° e penultimo concentramento regionale Under 12 a cui hanno partecipato i nostri ragazzi di HC Felino e Green Handball.

Questi i risultati:

Green Handball   -  G.S. Riale  6-4
Pallamano 2 Agosto   -    H.C. Felino  22-5
Green Handball   -  Pallamano 2 Agosto  15 - 13
Bologna 1985 Pallamano  -   H.C. Felino   28 – 3

Si è poi svolta una gara amichevole tra il G.S. Riale ed una formazione mista Felino, Green Handball: la vittoria è andata ai ragazzi di Parma Handball United col punteggio di 6 a 3.

sabato 21 aprile 2012

Parma finisce il campionato con un'onorevole sconfitta


Azeta Ala Parma esce sconfitto dal Pala Boschetto di Ferrara nell'ultima gara del campionato 2011-2012.
Parma si è presentato a Ferrara con un Martellini ancora dolorante (sarà infatti solo di 1 gol il suo apporto) e Scicchitano fermo da una settimana per problemi fisici. Nonostante ciò ha lottato fino in fondo per onorare, come era giusto, anche questo ultimo impegno dopo la salvezza conquistata solo una settimana fa.
Bravi, il pubblico di Parma vi ringrazia per quello che ci avete fatto vedere in questa stagione.


Ferrara – Azeta Ala Parma 36-30 (p.t. 17-17)

Ferrara: Ansaloni, Pettinari, Sgargetta D, Resca 4, Sgargetta C. 6, Alberino 4, Matteo Tosi 3, Sacco G. 7, Succi, Marcello Tosi 1, Giuseppe Sacco 1, Ferioli, Del Vecchio 1, Nardo 4. All: Simone Manfredini

Azeta Ala Parma: Scicchitano, Del Bono, Martellini 1, Faiulli 2, Usai 6, Bertolucci, Maiavacchi 1, Cortesi, Belli 6, Bolzoni 5, Garavaldi 1, Pace 6, Ferrari, Mancuso 2. All: Luca GalluccioArbitri: Colasanto – Felice


Parma finisce ottavo in classifica davanti a Oderzo e Leno. Leno, che retrocede in A2, ha lottato anche in questa ultima gara uscendo sconfitta col Meran 27 a 31 dopo un primo tempo concluso in vantaggio 16 a 13.

mercoledì 18 aprile 2012

Alcune foto di Parma Leno


Sono on line alcune foto scattate durante e dopo LA PARTITA.
La qualità è quella che è. La dirigenza di Parma Pallamano ha investito tutti i suoi soldi in lingotti d'oro, diamanti e fondi della Tanzania e, quindi, non ha più un euro per investire in una macchina fotografica che consenta una qualità decente in condizioni di luce non eccelse.
Ovviamente se qualcuno avesse una reflex con un ottimo obiettivo che non usa più oppure se volesse "contribuire alla causa" potremmo scambiarla con un paio di tute storiche del Parma, qualche maglietta STUFF, un paio di palloni, uno zainetto verde Green Handball e gli autografi di tutti i nostri atleti, dall'Under 12 alla squadra seniores. Se poi la fotocamera è veramente di valore potremmo aggiungere anche una cena con un nostro dirigente o collaboratore a scelta (ovviamente si paga alla romana).


In attesa di migliore qualità le foto attuali le trovate a questo indirizzo .


P.S. Da quando Google ha "trasferito" l'ambiente di foto di Picasa in Google + il browser migliore per vedere le foto è Chrome.


Parma Under 16 vince anche con i Jumpers


Future Vyp Cariparma: Rosselli, Vulpe, Zagatti (5), Allodi (3), Mancuso (8), Balestrieri Guido (7), Balestrieri Giulio (5), Calafiore (1), Stighezza (1), Salliu (2), Ajolfi (2). All. Luca Galluccio

Marconi Jumpers - Future Vyp Cariparma: 25 – 34 (P.T. 13 – 15)
Ammoniti / Sospesi:  Marconi Jumpers 1 / 2 - Future Vyp Cariparma 0 / 3

Domenica scorsa Future Vyp Cariparma Under 16 si è recata a Castelnovo di Sotto (RE) per disputare la quartultima gara del campionato 2011-2012. Non è stata la partita che ci si aspettava, combattuta come quella dell’andata, allora vinta dai ducali col risultato di 34 a 32: i Jumpers hanno infatti avuto ultimamente, per vari problemi, alcune defezioni di atleti (i “dissidenti” li ha così chiamati uno spettatore reggiano) che erano dei punti fermi nella formazione di Mister Palazov di inizio stagione. Pur con 2 atleti in formazione che hanno superato la bella cifra di 100 reti in campionato la squadra di Castelnovo non era all’altezza dei gialloblù in quanto presentava anche ragazzi più giovani della categoria Under 16.
Va comunque dato onore ai padroni di casa di avercela (come del resto fanno sempre) messa tutta, aiutati in ciò anche da un Parma che non ha espresso una prestazione maiuscola ma, in special modo nel primo tempo, un po’ al risparmio. E’ vero che Parma mancava di diversi titolari, che si è presentata alla trasferta con una panchina un po’ corta e che 3 dei suoi atleti avevano giocato anche la stessa mattina con la formazione under 18 ma, vista la partita dalla tribuna, ci si poteva aspettare qualcosa in più: probabilmente visti gli avversari è venuta a mancare un po’ di tensione agonistica.
Dopo un primo tempo finito con un vantaggio minimo (13 a 15) nella ripresa Parma si impegnava maggiormente non lasciando più nessuna speranza agli avversari. Si mettevano in evidenza maggiormente le 2 ali ducali (Balestrieri Guido e Mancuso) che segnavano il maggior numero di reti colpendo anche vari pali. Tutti i ragazzi di Mister Galluccio, salvo ovviamente i 2 portieri, sono andati in rete. Alla sirena finale il tabellone evidenziava il risultato di 25 a 34 che non lasciava dubbi sulla superiorità di Parma.
A questo punto Parma rimane saldamente al quarto posto in classifica, classifica che non dovrebbe mutare fino alla fine del campionato viste le 3 gare ancora da affrontare (2 fuori e una in casa, il 28 aprile alle ore 17:00 contro Pallamano 2 Agosto), gare che, sulla carta, dovrebbero equivalere ad altrettante vittorie.

Il nostro comunicato sulla partita col Leno




Festa grande sabato sera al Pala Padovani dove l’Azeta Ala ha sconfitto la Cassa Padana Leno decretando così la retrocessione di quest’ultima e la salvezza, la seconda consecutiva nel prestigioso campionato di A1, per Parma.
La forza ed il cuore della squadra ducale hanno fugato fin da subito le paure e i timori di tutto l’ambiente nei confronti di una partita che, in base agli ultimi risultati delle 2 formazioni, vedeva il Leno favorito. Fondamentale è stato il percorso, tecnico, tattico e psicologico (ci ha dichiarato Mister Galluccio) che tutta la squadra ha compiuto nelle ultime 2 settimane per arrivare a questa fondamentale partita. E’ vero che Parma avrebbe potuto anche perdere per poi sperare nella sconfitta del Leno nell’ultima giornata di campionato (in classifica Parma vantava infatti 5 punti in più del Leno) ma tutta la squadra voleva fortemente chiudere subito e davanti al proprio pubblico la “pratica salvezza”. E così è stato nonostante la fortuna non sia stata dalla parte dei gialloblù.
Nei primi minuti infatti, Parma perdeva l’apporto del suo capocannoniere, Mauro Martellini, per un infortunio che lo costringeva alla panchina per il resto della gara se non per una fugace apparizione nel secondo tempo fino al riacutizzarsi del dolore: una sola rete di Mauro, tra l’altro su rigore, è un dato che non è mai successo in questo campionato. Ma la perdita non ha minato il morale dei giovani parmensi (e qui si capisce il senso del “percorso” di cui parlava Galluccio) che, colpo su colpo con una gara improntata sulla velocità, hanno travolto letteralmente gli avversari che, in diverse occasioni, non sembravano in grado di reagire alla forza del Parma. Risultato a fine primo tempo 16 a 7 per Parma; non tanto le 9 reti di vantaggio ma proprio la differenza di gioco espresso dalle due formazioni in campo facevano presagire una bella serata al numeroso pubblico presente.
Una parentesi sul pubblico: non solo l’importanza della gara ma anche un orario più consono alle famiglie (le ultime 2 gare di campionato devono essere obbligatoriamente giocate alle 18:30 su tutti i campi, tutte le altre gare Parma le ha disputate in casa alle ore 20:30) hanno portato sulle tribune del Pala Padovani un pubblico molto numeroso e caloroso. Sicuramente presenti gli appassionati locali ma anche tanti bambini e ragazzi delle formazioni giovanili accompagnati dai loro genitori, veramente uno spettacolo nello spettacolo: c’è da sperare che il prossimo anno il Comune di Parma riesca a fornire alla società ducale la palestra in orari “più abbordabili” delle 20:30.
Ma torniamo alla gara: inizio secondo tempo ancora per Parma che al 4° minuto raggiunge il suo massimo vantaggio, 20 a 9, +11. A metà ripresa però, sul 24 a 14, un episodio che ha influito parecchio sulla parte rimanente della gara: Belli, sicuramente uno dei migliori in campo, per difendere un contropiede avversario compiva un fallo che l’arbitro considerava (esagerando ?) da cartellino rosso e lo mandava in tribuna.
A questo punto senza Martellini e Belli e con tanta, tanta fatica sulle gambe Parma faticava a contenere gli avversari che cercavano in tutti i modi di avvicinarsi nel punteggio grazie anche alle numerose sospensioni da 2 minuti (saranno ben 6 alla fine) comminate dagli arbitri ai gialloblù: nella partita per ben 2 volte Parma Pallamano si è ritrovata a giocare in 5 contro 7. A 4 minuti dalla fine il vantaggio si era assottigliato a sole 4 reti.
Preoccupazione nel pubblico ma il cuore, ancor più che il fisico, dei giovani di Parma ha permesso di arginare gli attacchi avversari tanto che alla sirena finale il tabellone recitava 30 a 27. Sirena e gioia, festa, lacrime sia  in campo che sugli spalti.
Un’immagine su tutte: l’atleta e capitano di 1000 battaglie Matteo Ferrari (che quest’anno ha disputato pochissime partite a causa di un lungo infortunio) che piange e abbraccia il giovane (classe 1986) allenatore Luca Galluccio anche lui piangente.
Ora non è il momento dei consuntivi, manca ancora una gara anche se ininfluente, ma il momento della gioia. Chi è dell’ambiente e che sa tutto quello che è capitato in questa stagione a questa squadra sa però che si può parlare di un grande Parma, del “gruppo” che sono riusciti a costruire i tecnici Galluccio Luca e Bolzoni Stefano al loro esordio nel campionato di A1, del grande impegno e della crescita che ha caratterizzato tutti gli atleti, di una formazione composta, escluso il solo Martellini, da parmigiani di nascita o di adozione (per motivi di studio o di lavoro) come non accadeva da anni, di una formazione molto giovane, forse la più giovane di tutto il campionato, degli sforzi fatti dalla società per supportare tutte le attività, dalle scuole, alle squadre giovanili, all’A1, del grande affetto con cui i tifosi parmigiani hanno sempre accompagnato i loro beniamini.
E questa salvezza non può che ripagare il grande lavoro fatto da tutti, a tutti i livelli.
Chi volesse vivere o rivivere la partita può farlo con la telecronaca integrale che può trovare su Sport Parma e PRTV.

Azeta Ala Parma – Cassa Padana Leno 30-27 (p.t. 16-7)
Azeta Ala Parma: Scicchitano, Del Bono, Martellini 1, Faiulli 4, Belli 5, Bolzoni 4, Maiavacchi 4, Garavaldi 2, Usai 3, Cortesi, Bertolucci, Curtabbi 6, Ferrari, Pace 1. All: Luca Galluccio
Cassa Padana Leno: Antonio 6, Benigno 5, Borromeo, Conigliaro, Mereghetti 1, Pé 3, Reccagni, Redaschi, Reghenzi, Riello A. 4, Marco Riello 2, Mattia Riello, Sartori 6, Selmani. All: Milenko Kljiajc
Arbitri: Colombo – Fabbian



Puoi leggere il comunicato anche su:


lunedì 16 aprile 2012

La telecronaca integrale di "LA PARTITA" è on line


E' on line la telecronaca integrale della partita che ha sancito la salvezza con una giornata di anticipo nel campionato di A1.
Potete rivivere o vivere le emozioni di questa "battaglia" dalle parole di Francesco Fanti e Andrea Belli e dal video curato da Francesco Lia di SportParma.


Potete vedere la partita su:

BUONA VISIONE


P.S. il titolo non contiene un errore, è proprio La Partita, del cuore, della vita, chiamatela come volete ma è proprio "La Partita".

sabato 14 aprile 2012

Una salvezza accompagnata da un grande pubblico








Clicca sulle immagini per ingrandirle

Grande vittoria dell'Azeta Ala che conquista la salvezza di fronte al proprio pubblico




Ora non abbiamo voglia di entrare nel merito della partita, ce la stiamo ancora godendo "dentro". Per il commento dovrete aspettare. Non possiamo però non dire che tutti i ragazzi sono stati grandi, che hanno condotto per tutta la gara anche contro le avversità, Martellini fuori per un brutto contatto per quasi tutto il tempo (1 solo gol per lui la dice tutta), una marea, sì è il termine giusto, di penalità da 2 minuti comminate ai nostri, Belli espulso a 15 minuti dal temine. Ma nonostante tutto Parma ha costruito distacchi enormi, fino a +11, riuscendo a portare in fondo una gara nonostante la benzina cominciasse a scarseggiare negli ultimi 10 minuti.
Grande Parma, grandi Galluccio Luca e Bolzoni Stefano che da un anno lavorano con e per questi ragazzi, grandi tutti gli atleti e, permettetecelo, grande, grande pubblico come da tempo non si vedeva su un campo da pallamano.

Il nostro preziosissimo partner Sport Parma, oltre a mettere on line la notizia della vittoria dopo pochissimi minuti dalla fine, ha già pubblicato anche un poco della festa seguente alla partita e le interviste a caldo con i tecnici dell'Azeta Ala. Trovate il video a questo indirizzo.
Domani sera o al massimo lunedì la telecronaca integrale dell'incontro su www.sportparma.com e su www.prtv.it. Grande anche Sport Parma.

La sfida col Leno sulla Gazzetta di Parma



Clicca sull'immagine per ingrandirla

giovedì 12 aprile 2012

Sabato Parma può decidere da sola il suo destino


Parma alle battute finali per la salvezza. Sabato 14 aprile al Pala Padovani al NUOVO orario delle 18:30 l’Azeta Ala Parma ospiterà il Cassa Padana Leno in una sfida che potrebbe rilevarsi decisiva per la salvezza in questo campionato. Una sola retrocessione prevista e 2 sole squadre attualmente in corsa per evitarla, appunto Parma e Leno. Vediamo le varie possibilità nelle ultime 2 partite di campionato considerando che Parma ha 11 punti e Leno 6 e che nell’ultima giornata di campionato Parma va a Ferrara mentre Leno ospita il Meran tra le mura amiche.
Parma si salva: se vince almeno una partita oppure se il Leno perde almeno una partita.
Leno si salva: se vince 2 partite e Parma le perde entrambe.
Quindi Parma è al momento in vantaggio, le combinazioni di risultati sono maggiori a suo favore, anche se le considerazioni da fare sono anche altre. Parma non ha infatti vinto nessuna partita nel girone di ritorno mentre il Leno ha vinto le sue uniche 2 partite nella sesta e settima giornata del girone di ritorno (ha poi perso il recupero col Carpi a fine marzo). Leno arriva quindi a Parma forte degli ultimi risultati conseguiti e disposto a giocarsi la “partita della vita” visto che l’unico risultato utile, anche se non ancora sufficiente, è la vittoria al Pala Padovani.

E’ quindi nelle mani dei gialloblù la salvezza di una stagione caratterizzata da chiari e scuri: veramente belle certe partite come non vedevamo da tempo contro prestazioni opache in altre occasioni, largo spazio ai giovani del vivaio che hanno acquisito importante esperienza contro la perdita di atleti importanti sia a causa di cessioni per ristrettezze economiche che di infortuni, più o meno lunghi, che hanno anch’essi ridotto la rosa in vari momenti .
Una vittoria sabato consentirebbe a Parma di chiudere da subito il discorso salvezza senza dover sperare nell’ultima giornata di campionato e darebbe a tutto il movimento ducale quella soddisfazione, lasciatecelo dire meritata, per questo duro anno di lavoro.
E’ superfluo dire che ai ragazzi di Mister Galluccio sabato servirà tutta la loro grinta e la loro voglia di vincere; ma servirà anche un grande pubblico (sicuramente da Leno verranno in tanti) che sorregga la squadra in quest’ultimo sforzo per consentire ancora alla città di Parma di avere, anche per la pallamano, una squadra in un campionato prestigioso come quello di Serie A1.
Quindi l’appuntamento da non perdere è al Pala Padovani (di fianco alla scuola IPSIA), sabato 14 aprile alle ore 18:30. 
La cronaca audio sarà disponibile IN DIRETTA, in modalità web streaming, su www.sportparma.com .
La telecronaca integrale della partita con il Leno sarà disponibile nei giorni successivi sui siti www.prtv.it e www.sportparma.com .

Puoi leggere il nostro ultimo comunicato anche su:

martedì 10 aprile 2012

Il punto sui campionati giovanili

Si avvicina la fine dei vari campionati che vedono impegnate le formazioni Under 18, 16 e 14 di Parma Pallamano. Alle squadre Under 18 e Under 14 rimane una sola gara da disputare mentre il “più affollato” campionato Under 16 vedrà Parma scendere sul campo ancora 4 volte, 3 fuori e 1 in casa.
In ogni caso le ultime gare sono state veramente soddisfacenti per lo staff della società ducale. Unica sconfitta, per una sola rete e maturata negli ultimi minuti di gara dopo una bella prova dei nostri, da parte degli Under 18 contro il Casalgrande. La cronaca della partita che potete leggere sul post precedente vi confermerà quanto sopra.
Due belle vittorie invece per Under 16 e 14 che hanno ribaltato i risultati ottenuti nel girone d’andata. Under 16 contro Modena in una partita ben giocata e molto combattuta da parte dei gialloblù, sponda Parma, che nel finale riescono perfino a portare il distacco a 10 reti (leggiil commento). Ottima gara anche per gli Under 14 che contro il Marconi Jumpers portano a casa 3 punti sfoderando un’ottima prova sia in attacco che in difesa evidenziando i grandi miglioramenti a cui li hanno portati i tecnici Ferrari M. e Galluccio F. (leggiil commento della combattutissima partita).
Ai più piccoli delle formazioni Under 12 di Green Handball e HC Felino rimangono 2 concentramenti (uno in Aprile ed uno in Maggio) per concludere il loro campionato: anche in questo caso sono risultati evidenti i progressi raggiunti che fanno ben sperare per il futuro della pallamano parmense.



Under 18 una sconfitta che brucia


Che peccato ! Questo era il commento che maggiormente si sentiva dire sulla tribuna gialloblù, tra gli atleti e il tecnico dopo la partita col Casalgrande. Ed è stato in vero peccato perdere per una rete una partita condotta in vantaggio per gran parte del tempo.
Questa sembrava proprio la volta buona per pareggiare la sconfitta dell’andata e per raggiungere il Casalgrande in classifica. Ma così non è stato in quanto negli ultimi 7 minuti della gara Parma si è fatta prima raggiungere e poi superare tanto che, alla sirena finale, il tabellone evidenziava un beffardo, per i nostri colori, 29 a 30.

La partita partiva in salita per i giovani gialloblù (giovani poiché priva di tanti elementi della classe 1994 e composta per 10/13 da atleti della squadra Under 16) in quanto gli ospiti si portavano in poco tempo sullo 0 a 3. Punto su punto le 2 formazioni si sfidavano ma era sempre la squadra reggiana ad avere la superiorità fino ad un massimo di 4 reti (6 a 10). Ma Parma reagiva e si faceva sotto fino a raggiungerli e superarli nel punteggio alla fine della prima frazione di gioco (16 a 15 per Parma). La ripresa sembrava palesare i 3 punti finali per Parma che conduceva sempre e per 2 volte con un distacco di 4 reti (23 a 19 e 25 a 21). Ma, come detto, gli ultimi minuti sono stati fatali, un po’ di stanchezza di troppo (alcuni atleti avevano giocato sia sabato che domenica) ed alcuni errori permettevano al Casalgrande di realizzare un break di 4 reti che gli consentiva di risalire dal 26 a 23 fino al suo primo vantaggio della ripresa, 26 a 27 a soli 6 minuti dal termine. A quel punto le due squadre si alternavano nelle segnature fino al 29 a 30 finale che decretava la sconfitta dei gialloblù.
Che dire ? Un peccato se pensiamo alla sconfitta in una partita decisamente alla nostra portata; qualche errore di troppo, 2 rigori falliti (su 5), non aver sfruttato a dovere la maggiore superiorità numerica (Casalgrande ha avuto 4 sospensioni da 2 minuti contro una sola per Parma). Ma possiamo vederla anche diversamente; nei precedenti scontri di questa stagione, campionato e torneo a Casalgrande, Parma è sempre uscita sconfitta pur con una rosa a disposizione ben maggiore. Questa volta si è sfiorata la vittoria con una formazione molto più giovane che nelle altre 2 occasione. Forse non c’è che da esserne orgogliosi e ben speranzosi per il futuro di questi ragazzi.
La prossima partita, l’ultima del campionato Under 18 2011-2012, sarebbe prevista per la mattina di domenica 15 al Pala Del Bono; è stato però richiesto uno spostamento della gara. Vi terremo informati sulla data esatta.

Future Vyp Cariparma - G.S. Spallanzani Casalgrande: 29 – 30 (P.T. 16 – 15)

Ammoniti / Sospesi / Espulsi: Parma 3 / 1 / 0 ; Casalgrande 3 / 4 / 0

Future Vyp Cariparma: Bussoletti, Vulpe, Cortesi (4), Pressanto, Stighezza, Bertogli (6), Salliu (1), Oppici (4), Mancuso (5), Balestrieri Giulio (3), Balestrieri Guido, Calafiore (3), Zagatti(3). All. Luca Galluccio

G.S. Spallanzani Casalgrande:  Pazdro, Fantini, Scalabrini (7), Montanari M. (2), Lamberti (11), Pertoldi (6), Ferrari, Giubbini (2), Zucchini, Messori (2), Bartoli, Catalano, Montanari G.. All. Matteo Corradini

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Bella e entusiasmante vittoria contro i Jumpers


Future Vyp Cariparma - Marconi Jumpers Castelnovo Sotto    19 -18 (primo tempo: 8 - 9)


Future Vyp Cariparma: Bonati 1, Branchi 1, Brait, Fereoli 1, Ghiozzi, Larghi 1, Murgese, Musca 1, Phan 4, Poma 5, Singh, Stella 3, Talento, Zambelli 2. All.: Galluccio Filippo e Ferrari Matteo

Marconi Jumpers: Dall'Olio, Gatti, Leoni, Demir Marvin, Mainini Mattia 7, Rossi 6, Barbacini 1, Grassi, Mainini Alessio 2, Sivapalan, Demir Viliams, Demir Edvin 2. All.: Palazov


Nel giorno dedicato agli scherzi (1 aprile) l'Under 14 di Parma Pallamano ne combina uno ai più esperti cugini del Marconi Jumpers di Castelnovo di Sotto (RE) conquistando una meritata vittoria di misura, per 19 reti a 18. Nella cornice della palestra della Scuola Elementare di Corcagnano si è disputata una gara bella e vibrante, che ha coinvolto il pubblico (convenuto sia da Parma che da Castelnovo), lo ha divertito e ha strappato ad entrambe le tifoseria un sentito applauso ai ragazzi in campo.
Anche la gara di andata era stata equilibrata, e aveva avuto come protagonista principale Roberto Rossi il terzino della squadra allenata da Palazov, capace di segnare 14 delle 18 reti dei biancorossi reggiani. La difesa parmense era quindi chiamata agli straordinari per fermare il pericoloso attaccante avversario. 
Fin dall'inizio si è capito che proprio in difesa si sarebbe decisa la partita: da una parte la 5-1 di Galluccio e Ferrari mirata soprattutto a limitare i terzini, dall'altra una 3-2-1 molto profonda (che a volte diventava anche una 3-3), che cercava di impedire le penetrazioni degli esterni parmensi e mirava a recuperare la palla per involarsi in contropiede. Equilibrio e alternanza delle reti era il leit-motiv del match che solo intorno al 20' del primo tempo vedeva il primo parziale di 3 a 0 in favore dei Jumpers (che dal 6-5 si portavano così al 6-8). La rete di Andrea Zambelli allo scadere del primo tempo consentiva ai padroni di casa di andare al riposo sotto di una sola rete (8-9).
Alla ripresa della contesa, dopo il gol iniziale dei Reggiani, erano i padroni di casa che provano ad allungare con parziale di 3 a 0 che li portava avanti di una rete, ma il contro-parziale degli ospiti (0 a 4) regalava loro il primo significativo vantaggio della gara (15 - 12). Qui salivano in cattedra Alessandro Poma (fino ad allora un po' altalenante, da qui in poi decisivo) e soprattutto Ciro Talento (unico portiere disponibile dei tre in rosa) che, aiutato da una difesa capace di salire di colpi minuto dopo minuto, ergeva una barriera davanti alla propria porta, neutralizzando anche due rigori. Branchi, Zambelli e Larghi accorciavano le distanze, poi 4 reti consecutive di Poma firmavano prima il pareggio, poi il sorpasso, quindi il decisivo +2. Un fallo da rigore di Sebastiano Branchi, con conseguente esclusione per 2 minuti, consentivano agli ospiti di riavvicinarsi sul 19 a 18, ma la difesa parmense, pur con un uomo in meno, risultava isuperabile agli ultimi attacchi degli ospiti e il fischio finale dell'arbitro sanciva la quinta vittoria stagionale dell'under 14 di Parma Pallamano.
La splendida prestazione corale difensiva, con gli acuti di un Talento in giornata di grazia e i miglioramenti nella circolazione di palla (trovati spesso i pivot) sono stati la chiave per questa vittoria, che sottolinea i progressi del gruppo, che continua tuttavia a faticare davanti ai portieri avversari e perde ancora qualche pallone di troppo. Il lavoro da fare è ancora molto, ma l'entusiasmo che circonda il gruppo e i buoni rapporti all'interno dello stesso saranno un'ottima base di partenza per lo staff tecnico Parmense.
Il prossimo appuntamento è anche l'ultimo per il campionato under 14 (prima dell'inizio della stagione dei tornei), ed è previsto venerdì 13 Aprile alle ore 19,00 a Nonantola.

sabato 7 aprile 2012

Buona Pasqua

Tanti auguri a tutti i tesserati, alle loro famiglie e a tutti gli amici di Parma Pallamano, Green Handball e HC Felino 

domenica 1 aprile 2012

Under 12: a Felino il 4° concentramento regionale


Si è svolto nel pomeriggio di domenica 1 aprile il quarto concentramento regionale Under 12.
Questi i risultati della giornata:



G.S. RIALE    -   H.C. FELINO    5-5
GREEN HANDBALL -  1985 PALLAMANO   6  -  19
PALLAMANO 2 AGOSTO   - 1985 PALLAMANO  11  -  6
G.S. RIALE   -   PALL.NO 2 AGOSTO    9  -  11
H.C. FELINO   -  GREEN HANDBALL     7  -  16

altre partite amichevoli
GREEN HANDBALL   -  G.S. RIALE      6  -  4
PALLAMANO 2 AGOSTO   -    H.C. FELINO  22  -  5
GREEN HANDBALL  -   PALLAMANO 2 AGOSTO   15  -  13

I "piccoli" dell' HC Felino  continuano  ad impegnare i più grandi avversari non riuscendo a conquistare vittorie ma aumentando il loro bottino di reti e di esperienza.
La Green Handball, dopo la difficile partita con la 1985 Pall. Bologna, ha finalmente  potuto schierare quasi tutti gli effettivi (ancora un paio di assenze) per la prima volta in questo campionato e subito ha conquistato 3 vittorie.

Parma soddisfatto nonostante la sconfitta a Rubiera


Parma si è recato a Rubiera con una formazione tutta da inventare. Agli assenti, purtroppo ormai cronici, Zerbini, Piletti e Anelli oggi si aggiungeba anche Ferrari mentre Baiocchi, stoicamente, stava in panchina, ma solo per tifare visto un recente infortunio; oltre a ciò anche diversi ragazzi dell’Under 16, ormai facenti parte anche di questa formazione, erano indisponibili. Partiamo allora dai presenti e dalle reti realizzate: in porta Bussoletti (primo tempo) e Vulpe (secondo tempo), Cortesi Alberto (7), Cortesi Alessandro (1), Pressanto (1), Bertogli (1), Allodi (1), Oppici(15), Stighezza (1), Calafiore (3).

Parma parte con doppio pivot fisso e Allodi (in realtà altro pivot di ruolo) all'ala destra. Primo tempo non buono per i ducali, pochi gol (22-11 il parziale), stanchezza in alcuni ragazzi che avevano disputato una combattutissima e vittoriosa partita con Modena solo poche ore prima (sabato pomeriggio) ma soprattutto idee poco chiare.
Nella seconda parte della gara invece Parma offre un gioco molto intenso e bello con Oppici, classe 1997, in evidenza (25 gol nelle mani tra gol e assist).
Parma segnerà in questa frazione 20 reti contro le 19 dei locali per un punteggio finale di 41 a 31 per i padroni di casa.

Si evidenziano i progressi del quindicenne Calafiore, in campo 60 minuti, e di Cortesi Alberto (nella foto) unico difensore in grado di contenere la stazza dei padroni di casa.

Il Rubiera si presentava al completo in campo con l’unica assenza dell'allenatore Agazzani  sostituito da Zafferi: qualche scintilla tra i 2 mister con il presidente del Rubiera Rinaldi che a fine gara verrà a scusarsi per l'accaduto confermando così l’ottima intesa che c’è sempre stata tra le due società.

Occorre osservare che tutti i parmigiani in campo, nonostante la differenza d’età (3 anni per molti dei ragazzi e … non sono pochi) non si sono risparmiati e sono usciti a testa alta  soddisfatti nonostante la sconfitta. Mister Galluccio a fine gara ha avuto parole di elogio per i suoi: “Bravi tutti i ragazzi, per fortuna abbiamo ripreso a crescere !”.

Under 16: cronaca della vittoria con Modena


Future Vyp Cariparma – Scuola pallamano Modena: 31 – 21 (P.T. 15 - 12)

Future Vyp Cariparma: Vulpe, Zagatti (4), Allodi (2), Mancuso (14), Balestrieri Guido (6), Balestrieri Giulio, Calafiore (1), Benvenuti, Oppici (4), Stighezza, Cortesi Ajolfi, Pressanto. All. Galluccio L.
Scuola Pallamano Modena: Bonacini, Bertolotti (1), Bertoni (2), Ferrai (4), Cappucci (1), Iotti (6), Boni, Mezzetti (4), Meradji, Granada (3), Lazzaratti, Sonego, Faglioni. All. Sgarbi F.
Rigori: Parma 1 su 1, Modena 1 su 2
Ammoniti / Sospesi: Parma 3 / 5, Modena 2 / 2

Parma ha sconfitto la seconda della classifica con un’ottima prestazione. Il Modena era stato battuto in una sola volta, in questa stagione, in un incontro di pre-campionato, poi tutte sconfitte, sia nelle altre amichevoli che nella gara di andata del campionato regionale. Ma sabato la musica è stata diversa.
La partita iniziava da subito con un Modena in gran spolvero che si portava dopo pochi minuti sul 4 a 1 per la gioia dei suoi tanti tifosi accorsi al Pala del Bono (probabilmente più numerosi dei parmigiani). Ma Parma questa volta non ci stava e punto su punto pareggiava per poi portarsi per la prima volta in vantaggio sul 8 a 7. Nella seconda parte del primo tempo il 9 a 10 per Modena sarebbe stato l’ultimo vantaggio degli ospiti di tutta la partita. Parma ancora a segno più volte per chiudere sul 15 a 12 alla prima sirena. Modena schierava una difesa 3, 2 ,1 che frenava i terzini di Parma ma non le ali, in special modo un incontenibile Mancuso che, da solo, aveva realizzato ben 9 delle 15 reti di Parma. Si riprendeva con entrambe le squadre intenzionate a portarsi a casa i 3 punti ma con un Parma più incisivo tanto che incrementava il vantaggio fino al 18 a 13. Poi un breack di 4 reti dei ragazzi di Mr Sgarbi riportava sotto il Modena di un solo punto non facendo presagire nulla di buono alla tribuna ducale. Ma Parma non ci stava a buttare al vento una partita così e, punto su punto, metteva un divario sufficiente per gestire la gara. Negli ultimi minuti Modena mandava in campo chi non aveva ancora giocato e il divario aumentava fino al 31 a 21 finale.
Parma più regolare con un Mancuso, come già scritto, che ha fatto la differenza; buona la prestazione sia in difesa che in attacco: bello il carattere dimostrato quando si è ritovata a giocare in inferiorità numerica (5 le sospensioni da 2 minuti contro le 2 avversari) specialmente quando, in 5 contro 7, ha segnato più reti dei canarini. Modena ha sbagliato molto in fase di realizzazione ed ha incontrato anche un Vulpe, il portiere ducale, in giornata di grazia. Non ci sentiamo però di condividere il giudizio letto sul sito del Modena che parla di “vergognosa prestazione” da parte dei suoi ragazzi; forse non al massimo delle loro possibilità ma comunque sempre una buona pallamano.
Al termine della gara festa grande anche per l’occasione del compleanno di Mister Galluccio che ha così avuto il regalo che i suoi ragazzi volevano a tutti i costi offrirgli.
Sono on line alcune foto scattate prevalentemente nel pre e nel post partita: le trovate a questo link.